A teatro con la carta giovani.
Il 9 e 10 aprile alle ore 21.00, presso il Teatro Comunale di Carpi potrete assistere allo spettacolo "La coscienza di Zeno", con Carta Giovani Carpi a soli 12 euro (anziché 23).

Di Tullio Kezich, dal romanzo di Italo Svevo. Con Giuseppe Pambieri. Regia: Maurizio Scaparro. Compagnia Teatro Carcano.
Tra la fine della Belle Epoque e la Prima Guerra Mondiale si svolge la vicenda di Zeno Cosini, che ricorda i momenti più significativi della sua vita, durante una seduta psicanalitica. Apprendiamo così della morte del padre, della rivalità col cognato e degli amori difficili di un uomo che, pieno di tic e nevrosi, assapora tutto il male di vivere di un'epoca di transizione e di una personalità complessa. "La vita non è nè brutta, né bella... "sostiene"... Ma originale". E mentre il mondo sembra volergli sfuggire, lui lo rincorre cercando di comprenderne gli equilibri e gli squilibri, cercando di crescere nonstante la sua insoddifazione, le sue inquietudini, la perenne estreneità degli altri. A cimentarsi con l'eroe sveviano è, questa volta, Giuseppe Pambieri, in una sceneggiatura elegantemente liberty, tra orologi che mostrano lo scorrere inesorabile del tempo, tra arredi monumentali in un'ambientazione severa e di gran classe. Maurizio Scaparro fa proprio l'adattamento storico che Tullio Kezich realizzò nel 1964 per il teatro e firma una regia raffinata, misurata, in cui il protagonista ironico e meditativo ci accompagna in un viaggio nella mente umana, nella malattia, nella cura, trai timori, le paure, le incertezze di un'umanità senza tempo ne spazio.

 

Anna Paola Vellaccio - Giuseppe Pambieri